Contenuto principale

Messaggio di avviso

Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie anche di terze parti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere informativa cookies

Si rende noto che in data 26.02.2018 alle ore 19.00 in seduta pubblica ordinaria di prima convocazione è convocato il Consiglio Comunale.

L'Ordine del Giorno è visualizzabile sull'albo pretorio on-line o scaricabile in allegato.

Allegati:
Scarica questo file (Manif.pdf)Manif.pdf[Ordine del Giorno]54 kB

POTREBBE ESSERE IMMINENTE IL RILASCIO DELLA CARTA D’IDENTITA’ ELETTRONICA

In base al piano nazionale predisposto dal Ministero dell’Interno è possibile che, a partire dal mese di maggio, il Comune di Farigliano venga abilitato al rilascio della Carta d’Identità Elettronica.
La principale novità consiste nel fatto che essa non verrà più consegnata direttamente allo sportello, ma verrà inviata all’interessato, nel giro di 6 giorni, direttamente dal centro nazionale di produzione delle carte (come sta ormai accadendo per la patente auto).

Ciò significa che dovrà essere rivisto l’abituale concetto di urgenza, dal momento che non sarà più possibile aspettare “all’ultimo momento” (o addirittura dopo la scadenza) per il rilascio o il rinnovo, pensando di ottenere il documento in tempo reale o, al più, il giorno successivo.

Suggeriamo pertanto a tutti coloro che avessero il proprio documento prossimo alla scadenza, di procurarsi le DUE fotografie e recarsi presso gli uffici comunali per procedere al rinnovo, tenendo conto che il Comune di Farigliano ha un unico operatore all’ufficio anagrafe, il quale potrebbe essere assente per malattia, ferie, corsi di aggiornamento (telefonare per accertarsene 0173.76109)

La nuova Carta di identità elettronica potrà essere richiesta presso il proprio Comune di residenza o presso il Comune di dimora: il cittadino dovrà recarsi in Comune munito di fototessera, in formato cartaceo o elettronico, su un supporto USB. Prima di avviare la pratica di rilascio della Carta di identità elettronica bisognerà versare, presso le casse del Comune, la somma di € 22,21.
Nel caso in cui il richiedente la CIE sia genitore di minori è necessario che presenti anche dichiarazione di assenso all’espatrio sottoscritta dall’altro genitore o esercente la responsabilità genitoriale, ai sensi della legge n. 1185 del 1967. In alternativa è necessario fornire l’autorizzazione del giudice tutelare. L’assenso ovvero l’autorizzazione del giudice devono essere presentati anche nel caso in cui la richiesta di emissione del documento riguardi il minore.

 logo ANPR

Dal 30 gennaio 2018 il Comune di Farigliano è a pieno titolo incluso nell’elenco dei comuni “subentrati in ANPR” occupando, insieme a Busca e Monforte, i primi tre posti nella provincia di Cuneo (e siamo tra i primi 50 in tutta Italia come risulta dal sito di monitoraggio del progetto https://avanzamentodigitale.italia.it/it/progetto/anpr)

L’obiettivo è stato raggiunto grazie alla fattiva collaborazione tra l’Amministrazione Comunale che ha sempre supportato le scelte dell’Ing. Andrea TARDIVO, Responsabile dei Servizi Demografici del Comune, la Prefettura di Cuneo e la Software House Siscom Spa di Cervere che, da oltre dieci anni, si occupa degli applicativi demografici in uso presso il Comune di Farigliano
Si tratta di un passo storico, una sorta di rivoluzione copernicana nel funzionamento dei Servizi Demografici di tutta Italia

L’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), è la banca dati nazionale nella quale confluiranno progressivamente, al più tardi entro il 2019, le anagrafi comunali (vedi https://avanzamentodigitale.italia.it/it/progetto/anpr) .

È istituita presso il Ministero dell’Interno ai sensi dell’articolo 62 del Dlgs n. 82/2005 (Codice dell’Amministrazione Digitale).
Il Decreto Ministeriale 194/2014 stabilisce i requisiti di sicurezza, le funzionalità per la gestione degli adempimenti di natura anagrafica, le modalità di integrazione con i diversi sistemi gestionali nonché i servizi da fornire alle Pubbliche Amministrazioni ed Enti che erogano pubblici servizi che, a tal fine,dovranno sottoscrivere accordi di servizio con lo stesso Ministero.
ANPR non è solo una banca dati ma un sistema integrato che consente ai Comuni di svolgere i servizi anagrafici ma anche di consultare o estrarre dati, monitorare le attività, effettuare statistiche.
Con l'ANPR si realizza un'unica banca dati con le informazioni anagrafiche della popolazione residente a cui faranno riferimento non solo i Comuni, ma l'intera Pubblica amministrazione e tutti coloro che sono interessati ai dati anagrafici, in particolare i gestori di pubblici servizi.
L'ANPR consentirà di:
•    evitare duplicazioni di comunicazione con le Pubbliche Amministrazioni;
•    garantire maggiore certezza e qualità al dato anagrafico;
•    semplificare le operazioni di cambio di residenza, emigrazioni, immigrazioni, censimenti, e molto altro ancora.

Cambiamenti nei rapporti con i Cittadini
Grazie al subentro in ANPR, il cittadino può richiedere in ogni momento la stampa dei certificati da altri comuni e può verificare i propri dati online se munito di CNS (ed entro breve, CIE), e tra non molto stampare anche certificati. Questo significa che:
•    le informazioni in ANPR devono essere sempre attuali e corrette. ANPR è la banca dati di riferimento: il software anagrafico del comune deve assicurarsi di aggiornare ANPR con successo prima di rendere effettiva qualsiasi modifica nell'anagrafe locale.
•    la centralizzazione dei dati anagrafici semplifica il circuito di emissione della CIE (Carta di Identità Elettronica). 


Cambiamenti nei rapporti con altri Comuni e Pubbliche Amministrazioni
•    Quando un Cittadino richiede il cambio di residenza presso il nostro comune, se il comune di origine è già transitato ad ANPR, il modulo APR/4 utilizzato oggi per comunicare l'iscrizione presso la nostra anagrafe non deve essere più inviato. ANPR invia automaticamente una notifica al Comune di provenienza Nel caso invece in cui il comune di origine non sia già subentrato in ANPR, si continuano ad utilizzare le stesse procedure usate fino ad oggi.
•    Allo stesso modo, se un nostro cittadino cambia residenza verso un altro comune già presente in ANPR, il nostro sistema riceverà e processerà la relativa notifica in automatico.
•    Al momento del cambio di residenza non è più necessario registrare la targa dei veicoli e il numero della patente dei soggetti interessati. La Motorizzazione riceve direttamente la notifica del cambiamento e invia, alla nuova abitazione, i contrassegni da apporre sulla carta di circolazione di ciascun veicolo alla nuova abitazione.
•    ANPR sostituisce integralmente ANAG AIRE. A partire dal subentro i dati dei cittadini residenti all'estero sono gestiti direttamente con ANPR.
Sono in corso di realizzazione nuove interfacce tra i sistemi CIE e ANPR, che nei comuni migrati consentiranno di leggere in automatico molte informazioni in più, come per esempio i dati dei genitori per i minorenni - quando disponibili e utilizzabili. Queste interfacce poi, per tutti i comuni, consentiranno ai sistemi CIE di utilizzare la migliore fonte dati disponibile (ANPR, INA-SAIA, Anagrafe Tributaria, AIRE).
•    I sistemi INPS ricevono direttamente i dati da ANPR.
•    L'allineamento con l'Anagrafe Tributaria e l'emissione dei codici fiscali avviene normalmente in automatico, secondo le operazioni anagrafiche effettuate.
Inoltre, è importante evidenziare che è prevista l'integrazione diretta con ANPR di tutti gli Enti che erogano Pubblici Servizi che necessitano accesso al database anagrafico nazionale. Questo documento verrà quindi aggiornato man mano che il processo di integrazione sarà completato.
Rimane la possibilità per il comune di sottoscrivere convenzioni per consentire l'accesso o fornire elenchi dei dati anagrafici dei propri residenti.